10 aprile 2009

Alternative a Ghost

Come molti miei colleghi ho spesso la necessità di sistemare purtroppo i computer di amici e colleghi.
Le motivazioni sono sempre le solite: virus, malware, eccesso di download ecc.
Quindi mi è capitato di dover mettere mano alla stessa macchina magari 2 volte nel giro di pochi mesi.
Come ovvio le due parti rognose sono il salvataggio (ove possibile) dei dati dell'utente e il caricamento del sistema operativo (puroppo sempre Win) con la perdita di tempo di risistemare i drivers e installare almeno i software principali di lavoro e la connessione internet o di rete.
L'idea, assolutamente banale, di creare loro un bel disco di ripristino con l'immagine del sistema operativo la sfrutto da tempo utilizzando un programma noto a molti di coloro che bazzicano nel mondo linux: Clonezilla.
Questo prodotto, molto efficiente e che mi ha risolto diverse rogne in passato, viene distribuito mediante una immagine ISO da masterizzarsi su un CD. L'uso è semplice ed anche intuitivo per chi ha un minimo di dimestichezza con Linux, ma diventa complicato per chi di conoscenze non ne ha. Diversi colleghi, su mio suggerimento, mi hanno detto di aver avuto difficoltà. Evidentemente se non c'è il tasto [OK] e la [X] in alto a destra le persone si bloccano.
Per utilizzarlo basta avviare la macchina da cd-rom e seguire le istruzioni non mi dilungo qui in spiegazioni ridondanti e che possono essere facilmente reperite su internet qui. Il grosso vantaggio di Clonezilla è che funziona su dischi con qualsiasi file-system anche ntfs elavora egregiamente anche con controller strani, ove ad esempio Ghost mi si impallava.

Questa mattina però, passando alcuni vecchi pos di blogger che seguo, ho trovato una alternativa interessante. Macrium Reflect Free.
Questo prodotto, assolutamente solo per XP e Vista 32 e 64 bit, esiste in una versione free che può essere scaricata qui. Si installa molto rapidamente, ed è dotato di una interfaccia molto intuitiva.


Facile da utilizzarsi consente la creazione dell'immagine del disco di sistema senza fermare la macchina (Questo mi sembra bello) salvando l'immagine su un'altra partizione, su un disco di rete oppure masterizzando un dvd.
Ovviamente dispone di una funzione per la creazione di un disco di ripristino sia in ambiente Linux, sia con BartPE.

Se si dispone ad esempio di un NAS oppure di un disco di rete sarà semplicissimo creare delle immagini di salvataggio dei nostri dischi.
In una prova fatta salvando via rete una partizione con circa 3.66 GB di informazioni il tempo impiegato è stato di 3:01 minuti, suna rete Gigabit. Direi niente male.

Un piccolo fastidio è il banner pubblicitario di Macrium che invita al passaggio alla versione full. Ma direi che è una cosa assolutamente accettabile. Non sono riuscito invece a fere il restore da rete perchè il live CD di ripristino si è rifiutato di accedere ad una condivisione posta sotto domino AD. Peccato e da tenere a mente prima di afre savataggi via rete in posti poi non accessibili.

Nessun commento: