19 giugno 2008

Magellano

"Navigare necesse est, vivere non est necesse" è il Motto di Pompeo Magno divenuto, di fatto, motto per tutti i grandi navigatori, di significato abbastanza evidente; "Navigare è necessario, vivere no!"

Stefan Zweig, in questo libro, cerca di mostrare, oltre all'aspetto epico della straordinaria traversata, la figura ed il carattere di Ferdinando Magellano, portoghese di nascita, uomo e navigatore.
Devo dire che ciò che ho letto di Magellano mi ha lasciato stupito. Stupisce la determinazione e l'intelligenza ma anche il pessimo carattere e la solitudine.
E' vero che spesso chi compie grandi imprese è solo nel prendere le decisioni, però in qualche punto mi è parso che Ferdinando Magellano abbia veramente esagerato nell'ostinarsi a non condividere con i suoi primi ufficiali le difficltà che averebbero dovuto affrontare.

Il libro è interessante anche se non lo definirei entusiasmente. Ma ovviamente, come sempre, questo è un parere personale.
Può valere la pena di approfondire il personaggio.

15 giugno 2008

L'albero della Vita

E' parecchio che non posto nulla, sia per gli impegni personali (ho dovuto studiare parecchio per un esame), sia per le vacanze appena terminate.
Inevitabilmente durante il lungo periodo di ferie ho avuto la possibilità di leggere qualche cosa in più del normale e quindi mi sono dedicato a ben 4 libri.

Ma andiamo con ordine.

Il primo libro di cui vorrei parlare è questo, "L'albero della vita" del solito e ottimo Louis de Wohl.

E' la storia dell'Imperatore Costanzo, dell'Imperatrice Elena e del loro figlio Costantino il grande, noto per l'editto di Milano del 313 che decretò un clima ti tolleranza all'interno dell'impero romano d'Occidente liberalizzando la professione della religione cristiana.

La narrazione pur peccando in qualche caso di fantasia, non ho rintracciato le fonti storiche sulle origini di Elena, si sviluppa molto bene senza mai eccedere su nessun aspetto.
La vicenda, ben articolata, mai noiosa o pedante, risulta anche avvincente ed avventurosa in qualche passaggio.

Anche in questo libro numerosi gli spunti di riflessione.