22 gennaio 2007

Configurare JAMES (Java Apache Mail Enterprise Server)

Come abbiamo visto, installare James è cosa veramente facile.

Una volta che è stato avviato, è già possibile passare alla creazione degli utenti.
Utilizzando sulla macchina locale il comanda telnet è possibile collegarsi allo strumento di amministrazione di James.

$>telnet localhost 4555
Trying 127.0.0.1....
Connected to localhost
Escape character in '^]'.
JAMES Remote Administration Tool 2.3.0
Please enter your login e password
Login id:
root
Password:
root
Welcome root. HELP for a list of commands
james>

Ecco cosa compare alla connessione. Per accedere la Login iniziale è root e la sua password è root.
Poi vedremo come cambiarla.

Per creare un nuovo utente è semplicissimo:

james>adduser nomeUtente passwordUtente

Fatto! Abbiamo creato il nostro primo utente in james.

La configurazione di James avviene quasi completamente tramite il file /appl/james-2.3.0/apps/james/SAR-INF/config.xml.

Questo file xml è suddiviso a sezioni e ciascuna si preoccupa della configurazione di un servizio.
Giusto per prendere confidenza modificheremo il file per cambiare i parametri di accesso al Remote manager.
Nel file config.xml cercare la sezione

<remotemanager enabled="true">
<port>4555</port>
<handler>
<halloName autodetect="true">MyMailServer</halloName>
<administrator_accounts>
<account login="root" password="root />
</administrator_accounts>
</handler>
</remotemanager>

Credo che ciascuna opzione sopra illustrata parli da se, specialmente per chi ha un minimo di dimestichezza con le strutture xml.
Per altro il file config.xml è abbondantemente ricco di commenti esplicativi per la configurazione.
Conviene quindi premunirsi anzitutto di modificare la porta di accesso al Remote Manager spostandola dalla 4555, ma soprattutto modificare l'account di accesso e la sua password.
E' comunque possibile aggiungere più di un account amministrativo come la sezione <administrator_accounts> suggerisce.
La sezione <helloName identifica il nome del server con il quale il servizio si presenta.
Se autodetect è impostato su true James cerca di identificare il nome della macchina, se non la trova si annuncia come localhost.
Se autodetect è impostato su false James utilizza il nome che viene impostato in questa sezione.
Siccome James è un server SMTP, POP3 e NNTP ciascun servizio può avere un nome differente MySMTPServer, MyPOP3Server,....
Successivamente vedremo come configurare il server SMTP

Nessun commento: